I futures del Gas Naturale in rialzo durante la sessione Europea

I futures del Gas Naturale sono in rialzo durante la sessione Europea di Venerdì.

Nel New York Mercantile Exchange, I futures del Gas Naturale per Dicembre sono scambiati a 4,041 dollari americani per un milione di British thermal units, valore che sale di 0,07% al momento della scrittura.

Scambiato in precedenza al prezzo più alto di dollari per un milione di British thermal units, Il Gas Naturale era previsto trovare supporto a 3,735 dollari e la resistenza a 4,929 dollari.

Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é sceso del 0,00% per essere scambiato a 96,79 dollari.

Altrove su Nymex, Il Greggio, per la consegna di Dicembre, é salito di 1,43% per essere scambiato a 57,27 dollari per barile mentre Il Gasolio, per la consegna di Dicembre, é salito di 0,84% per essere scambiato a 2,0915 dollari per gallone.

Sterlina su malgrado la crisi per la Brexit; yen in salita

Investing.com - La sterlina sale questo giovedì, nonostante i timori che il trambusto politico nel Regno Unito possa comportare un’uscita dall’UE il 29 marzo senza alcuna rete di sicurezza.

Il cambio GBP/USD sale dello 0,2% a 1,2799 alle 12:45 ET (05:45 GMT), persino dopo le varie dimissioni da parte di importanti ministri del Regno Unito, compreso il Segretario per la Brexit Dominic Raab, dal governo del Primo Ministro Theresa May.

Almeno 16 membri del suo Partito Conservatore hanno chiesto un voto di sfiducia a maggio, dicendosi insoddisfatta delle sue proposte, secondo quanto riporta la CNBC.

Senza un accordo, il Regno Unito passerebbe dalle facilitazioni commerciali con l’UE agli accordi doganali pensati dall’Organizzazione Mondiale del Commercio per gli stati esterni.

La sterlina crollerebbe in questo caso e anche il rendimento dei bond sul debito britannico scenderebbe.

Nel frattempo, lo yen, tradizionale valuta rifugio, ha tratto vantaggio dal peggioramento della crisi per la Brexit ed è salito ieri. Il cambio USD/JPY scende dello 0,3% a 113,4.

L’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, scende dello 0,1% a 96,79.

Ieri il Dipartimento per il Commercio USA ha reso noto che le vendite al dettaglio core sono salite dello 0,7% il mese scorso, più dello 0,5% previsto dagli economisti, indicando un rafforzamento della spesa dei consumatori.

Il Dipartimento per il Lavoro USA ieri ha dichiarato che le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono salite di 2.000 unità al dato destagionalizzato di 216.000 per la settimana terminata il 10 novembre, in linea con le aspettative.

Il cambio USD/CNY è pressoché invariato a 6,9410 con la Banca Popolare cinese (PBOC) che ha fissato il tasso di cambio dello yuan a 6,9377 rispetto all’attestazione di ieri di 6,9402.

I futures dell'Oro in rialzo durante la sessione Asiatica

I futures dell'Oro sono in rialzo durante la sessione Asiatica di Venerdì.

Nel divisione Comex del New York Mercantile Exchange, I futures dell'Oro per Dicembre sono scambiati a 1.216,00 dollari americani per oncia troy, valore che sale di 0,08% al momento della scrittura.

Scambiato in precedenza al prezzo più alto di dollari per oncia troy, L'Oro era previsto trovare supporto a 1.196,30 dollari e la resistenza a 1.217,70 dollari.

Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é sceso del 0,09% per essere scambiato a 96,83 dollari.

Altrove su Comex, L'Argento, per la consegna di Dicembre, é salito di 0,19% per essere scambiato a 14,290 dollari per oncia troy mentre Il Rame, per la consegna di Dicembre, é salito di 0,29% per essere scambiato a 2,753 dollari per libbra.

La coppia AUD/USD giù durante la sessione Asiatica

Il valore del Dollaro Australiano é stato più basso rispetto al Dollaro Americano venerdì.

La coppia AUD/USD é scambiata a 0,7275, giù di 0,03% al momento della scrittura.

La coppia é arrivata a trovare supporto a 0,7163, il piú basso di martedì, e resistenza a 0,7298, la piú alta di giovedì.

Nel frattempo il valore del Dollaro Australiano é stato giù rispetto all'Euro e allo Yen Giapponese, con la coppia EUR/AUD che guadagna 0,12% per toccare 1,5585 e la coppia AUD/JPY che scende di 0,22% per toccare 82,51.

Henkel, ricavi trimestrali mancano previsioni

Investing.com - Henkel ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno mancato le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che appena sotto le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €1,57 con i ricavi che sono arrivati a €5,04B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €1,58 e un ricavo di €5,09B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €1,53 con ricavi di €4,98B dello stesso periodo precedente 1,57 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €1,58 e i ricavi di €5,14B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni Henkel sono in calo del 11%, sottoperformando il STOXX 600, il quale prosegue in calo del 7% fino al momento della scrittura.

Henkel resta in linea con le aziende principali del settore Prodotti di Base nel corso di questo mese

Il 30 Ottobre, BASF ha rilasciato gli utili per azione del terzo trimestre, che sono risultati essere di €1,51, e i ricavi comunicati sono di €15,61B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €1,40 mentre i ricavi sono risultati di €15,23B.

Gli utili di Linde rilasciati il Mercoledì, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del terzo trimestre arrivati a €2,54, e i ricavi arrivati a €4,41B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €2,42, mentre i ricavi sono risultati essere di €4,42B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

K+S AG mancano previsioni degli analisti

Investing.com - K+S AG ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno mancato le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €-0,32 con i ricavi che sono arrivati a €842,74M. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €-0,30 e un ricavo di €816,74M. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €0,06 con ricavi di €726,5M dello stesso periodo precedente -0,32 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €-0,05 e i ricavi di €811,9M nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni K+S AG sono in calo del 19%, sottoperformando il STOXX 600, il quale prosegue in calo del 7% fino al momento della scrittura.

K+S AG resta in linea con le aziende principali del settore Prodotti di Base nel corso di questo mese

Il 30 Ottobre, BASF ha rilasciato gli utili per azione del terzo trimestre, che sono risultati essere di €1,51, e i ricavi comunicati sono di €15,61B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €1,40 mentre i ricavi sono risultati di €15,23B.

Gli utili di Linde rilasciati il Mercoledì, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del terzo trimestre arrivati a €2,54, e i ricavi arrivati a €4,41B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €2,42, mentre i ricavi sono risultati essere di €4,42B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

NVIDIA battono previsioni degli analisti

Investing.com - NVIDIA ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che appena sotto le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato $1,84 con i ricavi che sono arrivati a $3,18B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di $1,72 e un ricavo di $3,24B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a $1,33 con ricavi di $2,64B dello stesso periodo precedente 1,84 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di $1,76 e i ricavi di $3,12B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni NVIDIA sono in crescita del 4.59%, sovraperformando il S&P 500, il quale prosegue in crescita del 1% fino al momento della scrittura.

NVIDIA resta in linea con le aziende principali del settore Tecnologia nel corso di questo mese

Il 1 Novembre, Apple ha rilasciato gli utili per azione del quarto trimestre, che sono risultati essere di $2,91, e i ricavi comunicati sono di $62,9B, con le previsioni che si aspettavano EPS per $2,78 mentre i ricavi sono risultati di $61,46B.

Gli utili di Microsoft rilasciati il 24 Ottobre, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del primo trimestre arrivati a $1,14, e i ricavi arrivati a $29,08B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a $0,96, mentre i ricavi sono risultati essere di $27,88B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

La coppia EUR/USD su alla fine della sessione U.S.A.

Il valore dell'Euro é stato più alto rispetto al Dollaro Americano giovedì.

La coppia EUR/USD é scambiata a 1,1333, su di 0,20% al momento della scrittura.

La coppia é arrivata a trovare supporto a 1,1214, il piú basso di lunedì, e resistenza a 1,1371, la piú alta di venerdì.

Nel frattempo il valore dell'Euro é stato su rispetto alla Sterlina Inglese e allo Yen Giapponese, con la coppia EUR/GBP che guadagna 1,92% per toccare 0,8871 e la coppia EUR/JPY che sale di 0,14% per toccare 128,68.

La coppia EUR/USD su verso la fine della sessione U.S.A.

Il valore dell'Euro é stato più alto rispetto al Dollaro Americano giovedì.

La coppia EUR/USD é scambiata a 1,1346, su di 0,32% al momento della scrittura.

La coppia é arrivata a trovare supporto a 1,1214, il piú basso di lunedì, e resistenza a 1,1371, la piú alta di venerdì.

Nel frattempo il valore dell'Euro é stato su rispetto alla Sterlina Inglese e allo Yen Giapponese, con la coppia EUR/GBP che guadagna 1,92% per toccare 0,8871 e la coppia EUR/JPY che sale di 0,28% per toccare 128,86.

I futures dell'Oro in rialzo durante la sessione U.S.A.

I futures dell'Oro sono in rialzo durante la sessione U.S.A. di Giovedì.

Nel divisione Comex del New York Mercantile Exchange, I futures dell'Oro per Dicembre sono scambiati a 1.215,00 dollari americani per oncia troy, valore che sale di 1,32% al momento della scrittura.

Scambiato in precedenza al prezzo più alto di dollari per oncia troy, L'Oro era previsto trovare supporto a 1.196,30 dollari e la resistenza a 1.217,10 dollari.

Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é sceso del 0,13% per essere scambiato a 96,78 dollari.

Altrove su Comex, L'Argento, per la consegna di Dicembre, é salito di 2,46% per essere scambiato a 14,295 dollari per oncia troy mentre Il Rame, per la consegna di Dicembre, é salito di 2,83% per essere scambiato a 2,763 dollari per libbra.

I futures del Gas Naturale in ribasso durante la sessione U.S.A.

I futures del Gas Naturale sono in ribasso durante la sessione U.S.A. di Giovedì.

Nel New York Mercantile Exchange, I futures del Gas Naturale per Dicembre sono scambiati a 4,197 dollari americani per un milione di British thermal units, valore che scende di 13,23% al momento della scrittura.

Scambiato in precedenza al prezzo più basso di dollari per un milione di British thermal units, Il Gas Naturale era previsto trovare supporto a 3,552 dollari e la resistenza a 4,929 dollari.

Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é salito del 0,36% per essere scambiato a 97,01 dollari.

Altrove su Nymex, Il Greggio, per la consegna di Dicembre, é salito di 0,43% per essere scambiato a 56,49 dollari per barile mentre Il Gasolio, per la consegna di Dicembre, é sceso di 1,02% per essere scambiato a 2,0745 dollari per gallone.

Unipol Gruppo, ricavi trimestrali in linea con previsioni

Investing.com - Unipol (MI:UNPI) Gruppo ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che sono risultati in linea con le previsioni degli analisti in questo Mercoledì, con i ricavi che in linea le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €0,13 con i ricavi che sono arrivati a €2,37B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €0,13 e un ricavo di €2,37B. . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €0,68 e i ricavi di €2,92B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni Unipol Gruppo sono in calo del 6%, sovraperformando il FTSE MIB, il quale prosegue in calo del 13% fino al momento della scrittura.

Unipol Gruppo resta in linea con le aziende principali del settore Finanziario nel corso di questo mese

Il 6 Novembre, Intesa ha rilasciato gli utili per azione del terzo trimestre, che sono risultati essere di €0,05, e i ricavi comunicati sono di €4,27B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €0,05 mentre i ricavi sono risultati di €4,22B.

Gli utili di UniCredit rilasciati il Sabato, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del terzo trimestre arrivati a €0,45, e i ricavi arrivati a €4,81B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €0,36, mentre i ricavi sono risultati essere di €4,76B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

Prysmian, ricavi trimestrali battono previsioni

Investing.com - Prysmian (MI:PRY) ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Mercoledì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €0,43 con i ricavi che sono arrivati a €2,92B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €0,38 e un ricavo di €2,88B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €0,37 con ricavi di €1,93B dello stesso periodo precedente 0,43 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €0,45 e i ricavi di €2,49B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni Prysmian sono in crescita del 5%, sovraperformando il STOXX 600, il quale prosegue in calo del 7% fino al momento della scrittura.

Gli utili di .

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

Merck, ricavi trimestrali battono previsioni

Investing.com - Merck ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Mercoledì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €1,32 con i ricavi che sono arrivati a €3,75B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €1,26 e un ricavo di €3,61B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €1,51 con ricavi di €3,73B dello stesso periodo precedente 1,32 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €1,23 e i ricavi di €3,71B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni Merck sono in crescita del 6%, sovraperformando il DAX, il quale prosegue in calo del 11% fino al momento della scrittura.

Merck resta in linea con le aziende principali del settore Sanità nel corso di questo mese

Il 8 Novembre, Siemens ha rilasciato gli utili per azione del quarto trimestre, che sono risultati essere di €0,65, e i ricavi comunicati sono di €22,61B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €1,42 mentre i ricavi sono risultati di €22,62B.

Gli utili di Bayer rilasciati il Martedì, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del terzo trimestre arrivati a €1,19, e i ricavi arrivati a €9,91B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €1,13, mentre i ricavi sono risultati essere di €9,69B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

E.ON, ricavi trimestrali battono previsioni

Investing.com - E.ON ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Mercoledì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €0,07 con i ricavi che sono arrivati a €7,89B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €0,04 e un ricavo di €5,68B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €0,04 con ricavi di €8,35B dello stesso periodo precedente 0,07 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €0,12 e i ricavi di €12,88B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni E.ON sono in calo del 0%, sovraperformando il S&P Global 100, il quale prosegue in calo del 2% fino al momento della scrittura.

E.ON resta in linea con le aziende principali del settore Utenze nel corso di questo mese

Il Martedì, Innogy ha rilasciato gli utili per azione del terzo trimestre, che sono risultati essere di €-0,27, e i ricavi comunicati sono di €10,01B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €0,02 mentre i ricavi sono risultati di €10,17B.

Gli utili di RWE rilasciati il Giovedì, hanno mancato le aspettative degli analisti, con gli EPS del terzo trimestre arrivati a €-0,13, e i ricavi arrivati a €3,24B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €0,06, mentre i ricavi sono risultati essere di €1,4B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

Bitcoin e le altre cripto a picco dopo l’hard fork del Bitcoin Cash

Investing.com - Bitcoin in forte crollo, cedendo il 12% verso il dollaro, seguito dalle altre criptovalute. La perdita a doppia cifra, infatti, riguarda anche l’Ethereum, il Litecoin e lo XRP, tutte in discesa di una percentuale intorno al 10%.

La principale delle valute digitali scende così sotto quota 6 mila dollari, tornando ai minimi dell’ottobre 2017.

Il selloff delle cripto è stata causato dall’hard fork del Bitcoin Cash, già a sua volta nata da uno spin-off dello stesso Bitcoin nel 2017.

A seguito di questa hard fork verranno creati due nuovi otken digitali: il Bitcoin Satoshi Vision (CV) e il Bitcoin ABC.

“Il Bitcoin Cash riceve due aggiornamenti hard fork all’anno”, spiega Daniel Schwartzkopff, amministratore delegato di Invictus Capital. “In passato, gli aggiornamenti sono stati implementati in modo relativamente semplice e senza una divisione della moneta”.

Questa volta, però, l’operazione non è filata liscia come al solito. “Numerosi pezzi grossi delle criptovalute hanno espresso le proprie opinioni circa lo sviluppo futuro del Bitcoin Cash”, e “la comunità è divisa per il fatto che nChain si occupi da solo del proprio aggiornamento”.

nChain, il gruppo che ha sviluppato il token SV, intende aumentare la dimensione del blocco a 128mb, sebbene l’ecosistema diffuso del Bitcoin Cash non favorisca necessariamente il nuovo protocollo SV, in quanto si muove in senso contrario rispetto alla rotta tracciata da bitcoincash.org e dagli sviluppatori di ABC. Amaury Sechet, lo sviluppatore dietro al Bitcoin ABC, è a capo dell’opposizione. Lui, insieme a molti altri, ha definito SV il “falso Satoshi”.

Il crollo generale delle criptovalute ha provocato una fuga di capitali dalle società quotate in Asia e a Wall Street legate al settore. “Potrei gongolare del crollo del Bitcoin. Ma resta ancora lontano da quello che è il suo vero valore: zero”, commenta l’economista Nouriel Roubini, affondando ancora di più: “dato che il Bitcoin è alla base di disastri ambientali e di inquinamento il suo vero valore è negativo”.

Manchester United, ricavi trimestrali battono previsioni

Investing.com - Manchester United ha rilasciato gli utili del primo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato $0,04 con i ricavi che sono arrivati a $135,0M. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di $-0,06 e un ricavo di $130,50M. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a $0,07 con ricavi di $141,0M dello stesso periodo precedente 0,04

Manchester United resta in linea con le aziende principali del settore Terziario nel corso di questo mese

Il 25 Ottobre, Amazon.com ha rilasciato gli utili per azione del terzo trimestre, che sono risultati essere di $5,75, e i ricavi comunicati sono di $56,58B, con le previsioni che si aspettavano EPS per $3,08 mentre i ricavi sono risultati di $57,11B.

Gli utili di Alibaba rilasciati il 2 Novembre, hanno mancato le aspettative degli analisti, con gli EPS del secondo trimestre arrivati a $1,40, e i ricavi arrivati a $85,15B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a $6,85, mentre i ricavi sono risultati essere di $52.109M.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

Brexit, caos nel Governo: si dimettono 4 ministri. May a rischio

Investing.com - L’accordo tra la Premier Theresa May e l’Unione europea sta mandando in frantumi il governo britannico. Oggi, infatti, sono arrivati a quattro le dimissioni dei ministri dell’esecutivo guidato dai conservatori, a seguito dell’approvazione di ieri da parte del consiglio dei ministri.

A dare il via al “valzer delle dimissioni”, in dissenso con questo accordo, era stato il Ministro della Brexit, Dominic Raab, capo negoziatore del Regno Unito nelle trattative con l’Unione europea.

A seguire è stato il turno della sottosegretaria alla Brexit, Suella Braverman, a cui sono si uniti Sahilesh Vara, Ministro per l’Irlanda del Nord e quello per il lavoro Ester McVey.

“Io non ci sto”, è esplosa la Ministra McVey, spiegando che "l'accordo di May non rispetta il risultato del referendum del 2016, siamo passati da una situazione per cui nessun accordo era meglio di un cattivo accordo a un'altra per cui un cattivo accordo è meglio di nessun accordo con l'Ue”.

A questo punto sembrerebbe in bilico la stessa Theresa May. Secondo quanto scrive La Repubblica, infatti, durante il Consiglio dei Ministri si sarebbero raccolte le firme per la sua sfiducia come leader dei conservatori, anche se poi hanno rinunciato.

Il passo successivo potrebbe essere una mozione di sfiducia, per la quale sono, però, indispensabili 50 firme di deputati tories. Una parlamentare conservatrice britannica, Anne Marie Morris, aveva già dichiarato alla BBC che sia stata raggiunta la soglia per un voto di sfiducia nei confronti del Primo Ministro.

Il caos in Gran Bretagna sta spingendo in basso le quotazioni della sterlina, oggi in calo superiore all’1% sia sull’euro e che sul dollaro.

Telecom verso nomina Luigi Gubitosi come Ad

Investing.com - Mentre il comicato nomine e remunerazioni di Telecom è ancora in corso, si diffondono voci di una possibile indicazione di Luigi Gubitosi ad Amministratore delegato di Telecom Italia (MI:TLIT).

Tim, però, ha precisato che, essendo il comitato ancora in riunione, “qualsiasi dterminazione è totalmente prematura. Inoltre, il gruppo precisa che la nomina “spetta al consiglio di amministrazione che si riunierà il 18 novembre”.

Gubitosi è attualmente commissario di Alitalia e dopo vari ruoli di vertice nel gruppo Fiat (MI:FCHA), ha svolto il ruolo di direttore generale della Rai e guidato anche Wind.

Il nuovo ad prenderà il posto di Amos Genish, sfiduciato ad inizio settimana dal cda Telecom e la vicenda aveva scatenato forti polemiche nel gruppo. Genish aveva annunciato di voler restare nel consiglio per lavorare “negli interessi degli azionisti”.

Lo stesso Genish, però, ha venduto la quota di azioni da lui possedute in Tim, possizione appena aperta nel settembre scorso. Secondo MF, l’operazione è stata chiuisa lo stesso giorno in cui gli sono state tolte le deleghe di gestione del gruppo.

Genish aveva in portafoglio un milione di azioni, e, sempre secondo MF, dopo la chiusura avrebbbe contabilizzato una plusvalenza di minima (400 euro).

Inatteso calo dello 0,5% delle vendite al dettaglio britanniche ad ottobre

Investing.com - Le vendite al dettaglio nel Regno Unito sono scese dello 0,5% ad ottobre, secondo i dati di questo giovedì dell’Ufficio Nazionale di Statistica britannico.

Il mese precedente si è registrato un calo dello 0,4%, rivisto al rialzo da una flessione iniziale dello 0,8%.

Gli economisti si aspettavano un aumento dello 0,2%.

Su base annua, le vendite al dettaglio sono schizzate del 2,2% il mese scorso.

Gli analisti avevano previsto un incremento del 3,0%.

L’aumento annuo delle vendite al dettaglio a settembre è stato rivisto al rialzo al 3,3% dall’iniziale aumento del 3,0%.

Le vendite al dettaglio core, che escludono le vendite di automobili e carburante, sono scese dello 0,4% ad ottobre dopo il calo dello 0,3% del mese prima.

Gli economisti avevano previsto un aumento del 0,1%.

Su base annua, le vendite al dettaglio core hanno visto un rialzo del 2,7% ad ottobre, contro l’aumento del 3,3% stimato.

Il mese prima hanno registrato un balzo del 3,6% rivisto al rialzo dall’incremento iniziale del 3,2%.

“Le vendite al dettaglio sono rallentate dopo un’estate fiorente, con un autunno mite che pesa sulle vendite di indumenti invernali”, spiega l’esperto di statistica dell’ONS Rhian Murphy, notando che anche le vendite di beni di consumo sono scese dopo due mesi forti di vendite nel settore del bricolage. “I consumatori hanno scelto di comprare prodotti da molti siti web dei negozi e le vendite online continuano ad aumentare”, sottolinea Murphy.

Malgrado il calo delle spese delle vendite al dettaglio, le vendite online nel complesso della distribuzione sono schizzate al 18,0% dal 17,7% del settembre 2018, con i negozi tessili, di abbigliamento e di calzature che continuano a registrare una proporzione record di vendite online di 18,2.

Crollo della sterlina dopo le dimissioni del ministro per la Brexit Raab

Investing.com - La sterlina segna un tonfo questo giovedì, dopo che il Ministro britannico per la Brexit Dominic Raab ha rassegnato le proprie dimissioni, alimentando l’incertezza circa la possibilità che l’accordo proposto dal Primo Ministro Theresa May riesca ad ottenere l’approvazione del Parlamento.

La sterlina è crollata al minimo della seduta sulla scia della notizia, con il cambio GBP/USD che segna -1% a 1,2853 alle 4:05 ET (09:05 GMT), staccandosi dal massimo di 1,3071 di ieri.

La sterlina segna un crollo anche contro l’euro, con il cambio EUR/GBP che rimbalza dell’1,1% a 0,8804, restando al di sopra del minimo di cinque mesi di 0,8655 di martedì.

Raab, in una lettera al Primo Ministro, ha dichiarato di non poter supportare i termini della sua bozza di piano per la Brexit.

“Da parte mia, non posso supportare l’accordo per due motivi”, si legge nella lettera di Raab. “Innanzitutto, ritengo che il regime normativo proposto per l’Irlanda del Nord rappresenti una reale minaccia all’integrità del Regno Unito”.

“In secondo luogo”, ha aggiunto, “non posso sostenere un accordo indefinito sul supporto, in cui l’UE ha potere di veto sulla nostra possibilità di uscire”.

Manovra, dall’Europa piovono critiche all’Italia

Investing.com - Proseguono le critiche all’Italia da parte dei governi europei e dagli esponenti più in vista della Commissione europea.

A iniziare il fuoco era stata l’Austria con il Ministro delle finanze austriaco, Hortwig Loeger, che aveva avvisato che “l’Italia rischia di diventare un successore del modello greco”. Hortwig aveva anche annunciato che se il Governo italiano ““non riverà la propria manovra, Vienna è pronta a chiedere e sostenere la procedura della Commissione europea”.

Successivamente era stato il turno del Ministro delle finanze olandese, Wopke Hoekstra. “E' poco sorprendente ma molto deludente il fatto che l'Italia non abbia rivisto il proprio bilancio. Le finanze pubbliche dell'Italia sono fuori controllo e i piani del governo italiano non portano una robusta crescita economica", ha detto. "Questo bilancio non soddisfa gli accordi che abbiamo stipulato in Europa. Ho grandi preoccupazioni al riguardo", prosegue il ministro, "spetta ora alla Commissione europea prendere ulteriori provvedimenti".

Ulteriori attacchi sono arrivati dal Ministro delle Finanze francesce, Bruno Le Maire. "Spero che il Governo italiano dia segnali di responsibilità", per poi spiegare che la zona euro non è nella situazione tale da poter gestire un’altra crisi.

"Questi piani italiani sono controproducenti per l'economia italiana stessa”, ha dichiarato il Vice Presidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis. “Già ora la percentuale del debito pubblico è circa una volta e mezzo superiore a quello di un anno fa”, ha aggiunto e “ciò è evidente anche nella disponibilità di finanziamenti e nel costo del credito per l ''economia reale', che sta cominciando a influenzare gli investimenti".

"Questi piani italiani sono controproducenti per l'economia italiana stessa", ha aggiunto Dombrovskis. "Già ora la percentuale del debito pubblico è circa una volta e mezzo superiore a quello di un anno fa. Ciò è evidente anche nella disponibilità di finanziamenti e nel costo del credito per l ''economia reale', che sta cominciando a influenzare gli investimenti",

Anche l’altro vice Presidente della Commissione, Andrus Ansip, si è unito alle critiche, affermando che “quando si è nella famiglia dell'eurozona, bisogna rispettare regole che noi stessi ci siamo dati", ha detto all'Ansa rispondendo a una domanda sulla lettera di risposta sulla manovra italiana.

"Fare debito con i soldi dei contribuenti non è un'idea intelligente - ha aggiunto Ansip. “In Italia c'è un governo intelligente e spero che saranno in grado di trovare buone soluzioni per l'Unione europea e anche per gli italiani".

Deutsche Wohnen, ricavi trimestrali battono previsioni

Investing.com - Deutsche Wohnen ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Mercoledì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €0,25 con i ricavi che sono arrivati a €352,9M. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €0,24 e un ricavo di €210,75M. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €0,07 con ricavi di €265,7M dello stesso periodo precedente 0,25 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €1,49 e i ricavi di €194,4M nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni Deutsche Wohnen sono in crescita del 15%, sovraperformando il STOXX 600, il quale prosegue in calo del 6% fino al momento della scrittura.

Deutsche Wohnen resta in linea con le aziende principali del settore Terziario nel corso di questo mese

Il 8 Novembre, Deutsche Tel. ha rilasciato gli utili per azione del terzo trimestre, che sono risultati essere di €0,28, e i ricavi comunicati sono di €19,1B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €0,26 mentre i ricavi sono risultati di €18,92B.

Gli utili di Deutsche Post rilasciati il 6 Novembre, hanno mancato le aspettative degli analisti, con gli EPS del terzo trimestre arrivati a €0,12, e i ricavi arrivati a €14,85B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €0,21, mentre i ricavi sono risultati essere di €14,94B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

Wirecard AG, utili mancano previsioni degli analisti

Investing.com - Wirecard AG ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno mancato le previsioni degli analisti in questo Mercoledì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €0,67 con i ricavi che sono arrivati a €547,1M. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €0,74 e un ricavo di €538,8M. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €0,51 con ricavi di €405,9M dello stesso periodo precedente 0,67 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €0,67 e i ricavi di €477,1M nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni Wirecard AG sono in crescita del 60%, sovraperformando il STOXX 600, il quale prosegue in calo del 6% fino al momento della scrittura.

Wirecard AG resta in linea con le aziende principali del settore Terziario nel corso di questo mese

Il 8 Novembre, Deutsche Tel. ha rilasciato gli utili per azione del terzo trimestre, che sono risultati essere di €0,28, e i ricavi comunicati sono di €19,1B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €0,26 mentre i ricavi sono risultati di €18,92B.

Gli utili di Deutsche Post rilasciati il 6 Novembre, hanno mancato le aspettative degli analisti, con gli EPS del terzo trimestre arrivati a €0,12, e i ricavi arrivati a €14,85B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €0,21, mentre i ricavi sono risultati essere di €14,94B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

Prezzo dell’oro in salita, giù il dollaro

Investing.com - Il prezzo dell’oro sale mentre il dollaro è in discesa questo giovedì, sulla notizia secondo cui la Cina avrebbe dato una risposta scritta alle richieste commerciali USA e le due nazioni avrebbero ripreso le trattative all’inizio della settimana per risolvere gli attriti commerciali.

I future dell’oro con consegna a dicembre sulla divisione Comex del New York Mercantile Exchange salgono dello 0,1%, a 1.211,8 dollari l’oncia troy alle 1:00 ET (06:00 GMT).

Le borse asiatiche sono state incoraggiate dalla notizia che Pechino e Washington hanno ripreso le trattative per risolvere i problemi commerciali.
Citando tre fonti governative USA, Reuters riporta infatti che la Cina avrebbe dato agli Stati Uniti una risposta scritta per quanto riguarda la riforma commerciale. Tuttavia, dalle fonti non sono trapelati ulteriori dettagli.

“Per l’oro, il livello di 1.200 sta fornendo un buon supporto e il mercato potrebbe andare meglio da qui”, afferma Peter Fung, a capo delle operazioni commerciali di Wing Fung Precious Metals ad Hong Kong.

L’oro è crollato di oltre l’11% dal picco di aprile a causa dell’escalation dello scontro commerciale USA-Cina. Anche l’aumento dei tassi di interesse USA rappresenta un ostacolo per il metallo prezioso.

L’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, scende dello 0,2% a 96,72.

Il Presidente della Federal Reserve Jerome Powell ieri a Dallas ha dichiarato che l’economia USA si trova “ad un livello molto buono al momento” e che i mercati dovrebbero prepararsi alla possibilità che la banca centrale alzi i tassi in qualsiasi momento a partire dal 2019.

Powell ha ribadito che la banca centrale è indipendente e continuerà a fare ciò che è meglio per l’economia USA.

I suoi commenti seguono le accuse lanciate da Trump alla Fed, secondo cui la banca starebbe alzando i tassi troppo velocemente sotto il suo governo.

Cisco, ricavi trimestrali battono previsioni

Investing.com - Cisco ha rilasciato gli utili del primo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Mercoledì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato $0,75 con i ricavi che sono arrivati a $13,07B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di $0,72 e un ricavo di $12,87B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a $0,61 con ricavi di $12,14B dello stesso periodo precedente 0,75 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di $0,70 e i ricavi di $12,84B nel trimestre precedente.

Nel corso di quest'anno, le azioni Cisco sono in crescita del 15.74%, sovraperformando il S&P 500, il quale prosegue in calo del 0% fino al momento della scrittura.

Cisco resta in linea con le aziende principali del settore Tecnologia nel corso di questo mese

Il 1 Novembre, Apple ha rilasciato gli utili per azione del quarto trimestre, che sono risultati essere di $2,91, e i ricavi comunicati sono di $62,9B, con le previsioni che si aspettavano EPS per $2,78 mentre i ricavi sono risultati di $61,46B.

Gli utili di Microsoft rilasciati il 24 Ottobre, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del primo trimestre arrivati a $1,14, e i ricavi arrivati a $29,08B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a $0,96, mentre i ricavi sono risultati essere di $27,88B.

Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

I futures del Greggio in ribasso durante la sessione Asiatica

I futures del Greggio sono in ribasso durante la sessione Asiatica di Giovedì.

Nel New York Mercantile Exchange, I futures del Greggio per Dicembre sono scambiati a 55,91 dollari americani per barile, valore che scende di 0,60% al momento della scrittura.

Scambiato in precedenza al prezzo più basso di dollari per barile, Il Greggio era previsto trovare supporto a 54,75 dollari e la resistenza a 61,28 dollari.

Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é sceso del 0,08% per essere scambiato a 96,78 dollari.

Altrove su ICE, Il Petrolio Brent per la consegna di Gennaio, é sceso di 0,47% per essere scambiato a 65,81 dollari per barile, mentre lo spread dei contratti tra Il Petrolio Brent e Il Greggio si attesta sui 9,90 dollari per barile.

La coppia EUR/USD su alla fine della sessione U.S.A.

Il valore dell'Euro é stato più alto rispetto al Dollaro Americano mercoledì.

La coppia EUR/USD é scambiata a 1,1326, su di 0,32% al momento della scrittura.

La coppia é arrivata a trovare supporto a 1,1214, il piú basso di lunedì, e resistenza a 1,1448, la piú alta di giovedì.

Nel frattempo il valore dell'Euro é stato giù rispetto alla Sterlina Inglese e su rispetto allo Yen Giapponese, con la coppia EUR/GBP che perde 0,01% per toccare 0,8699 e la coppia EUR/JPY che sale di 0,04% per toccare 128,54.

I futures dell'Oro in rialzo durante la sessione U.S.A.

I futures dell'Oro sono in rialzo durante la sessione U.S.A. di Mercoledì.

Nel divisione Comex del New York Mercantile Exchange, I futures dell'Oro per Dicembre sono scambiati a 1.214,80 dollari americani per oncia troy, valore che sale di 1,30% al momento della scrittura.

Scambiato in precedenza al prezzo più alto di dollari per oncia troy, L'Oro era previsto trovare supporto a 1.196,30 dollari e la resistenza a 1.227,80 dollari.

Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é salito del 0,15% per essere scambiato a 97,00 dollari.

Altrove su Comex, L'Argento, per la consegna di Dicembre, é salito di 1,31% per essere scambiato a 14,135 dollari per oncia troy mentre Il Rame, per la consegna di Dicembre, é salito di 0,67% per essere scambiato a 2,705 dollari per libbra.

Il Bitcoin diminuisce del 10%

Investing.com - La valuta digitale Bitcoin era scambiata a $5.836,8 alle 17:32 (16:32 GMT) sul Investing.com Index in questo Mercoledì, con un calo del 10,69% su base giornaliera. Si tratta della più grande perdita percentuale dal 5 Febbraio.

Il crollo riduce la capitalizzazione di mercato del Bitcoin a $104,1B, corrispondente al 53,38% del totale di tutte le criptovalute. Ai suoi massimi, la capitalizzazione di mercato del Bitcoin era arrivata a $241,2B.

Il Bitcoin si manteneva in un range compreso tra $5.836,8 e $6.453,3 durante le precedenti 24 ore.

Nel corso degli ultimi sette giorni, il Bitcoin restava in calo nel suo valore, con una leggera perdita del 8,28%. Il volume di scambio nel corso delle ultime 24 ore del Bitcoin era al momento della scrittura di $5,1B, corrispondente al 32,81% del volume di tutte le criptovalute. Gli scambi si mantenevano all'interno di un range compreso tra $5.836,7808 e $6.577,3110 nel corso degli ultimi sette giorni.

Al prezzo attuale, il valore del Bitcoin è ancora inferiore del 70,63% dal suo massimo storico di $19.870,62 toccato il 17 Dicembre 2017.

Altrove nel mercato delle criptovalute

Ethereum scambiato a $177,49 sul Investing.com Index, in calo del 19,89% su base giornaliera.

XRP quotato a $0,42713 sul Investing.com Index, in perdita del 23,92%.

La capitalizzazione di mercato della moneta digitale Ethereum era $19,0B, corrispondente al 9,74% del totale delle criptovalute, mentre il totale di mercato della criptovaluta XRP toccava $17,9B, corrispondente al 9,18% del valore di tutte le valute digitali.

I CFD sono strumenti complessi e comportano l’elevato rischio di subire perdite di denaro rapidamente per via della leva finanziaria. L’87% dei conti degli investitori al dettaglio subiscono perdite di denaro quando negoziano CFD tramite questo fornitore. Si dovrebbe considerare se si è consapevoli di come i CFD funzionano e se ci si può permettere l’elevato rischio di subire perdite di denaro. Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio.